Rigatoni con pomodoro, panna e pesto

Rigatoni con pomodoro, panna e pesto

Ombrelli che sembrano cadere dal cielo, portando un po’ di colore.

Non riparano dalla pioggia, e nemmeno dal sole.

Ma colorano, rallegrando l’umore.

Ombrelli di speranza.

Che fioriscono e si aprono, proprio come un fiore.

Ombrelli Novigrad

Passeggiando per Novigrad non ho potuto non cogliere la bellezza e il colore di una piccola cittadina, pacata, ma non per questo piatta e poco animata.

E quel profumo di mare, di terra e di sapore che inondava l’aria e che mi ha seguito fino a casa.

Ed è finito in un piatto che affonda le radici nella mia tradizione.

Una delle tante paste che si preparavano a casa, quando si cercava in poco tempo di fare qualcosa di speciale.

Un semplice sugo di pomodoro ridotto con poca panna (in fondo gli anni ’80 erano quelli delle penne con la vodka) e un leggero pesto di basilico. velocissimo da fare, ancora di più se comperato già pronto.

Il tempo di cuocere la pasta e il sugo è fatto.

Per soddisfare, dopo un giorno assai impegnato.

Rigatoni con pomodoro, panna e pesto

Ingredienti per 2 persone :

  • 200 gr. pasta formato rigatoni
  • 100 gr. polpa di pomodoro
  • 40 gr. circa di panna (secondo proprio gusto personale, a seconda che la si voglia più o meno pannosa)
  • 1 spicchio di aglio
  • sale e pepe
  • peperoncino
  • paprika (dolce affumicata)
  • un pizzico di zucchero
  • burro
  • scaglie di parmigiano reggiano per rifinire il piatto

Per il pesto :

  • una confezione di basilico fresco
  • un cucchiaio di pinoli
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • sale
  • aglio
  • olio e.v.o.

PREPARAZIONE

Per il pesto

Ricavare le foglie dal basilico e metterle nel bicchiere di un frullatore.

Aggiungere i pinoli, olio e.v.o. e poca acqua fredda. Frullare sino a ottenere un pesto (non eccedere per non ossidare il pesto).

Mettere in una ciotola strofinata di aglio. Aggiungere il parmigiano e regolare di sale.

Coprire e far riposare in frigorifero.

Per il sugo

Scaldare il burro con l’aglio. Versare il pomodoro e farlo ridurre, dopo aver aggiunto il peperoncino, la paprika, lo zucchero e il sale.

Al termine unire anche la panna e far addensare. Regolare di sale e pepe ed eliminare l’aglio.

Per la pasta

Lessare la pasta in abbondante acqua salata.

Scolarla e ripassarla in padella con il sugo, aggiungendo anche il pesto e bagnando con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Servire rifinendo con qualche scaglia di parmigiano.

 

Se amate il pesto genovese come me, date un’occhiata alla pizza al pesto con fagiolini, patate e tonno. Davvero irresistibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.