Tomato Soup New Style

Tomato soup con salsa alle erbe e datterini

Me ne stavo seduta sul divano, con lo sguardo vuoto di chi non pensa a nulla, ma sta soffrendo per qualcosa.

Una bibita ghiacciata in una mano gocciolava ripetutamente sul pavimento caldo. L’aria sembrava quasi tremare davanti ai miei occhi socchiusi, come se avesse paura di quel sole.

Improvvisamente un refolo di vento entro’ dalla finestra facendo ondeggiare le tende e muovere quasi impercettibilmente tutta il telaio.

Solo allora il mio sguardo si accese. Quasi sconvolta da  quella brusca ondata di refrigerio, un’idea affioro’ nella mia mente, come una tavola su un mare improvvisamente calmo.

Quell’idea un po’ folle e un po’ ragionata era proprio questa ricetta.

Folle perché è quasi insano e innaturale pensare a una zuppa d’estate.

Ragionata perché in fondo non tutto deve essere servito bollente come una tazza di te appena preparato.

Esiste anche la “temperatura ambiente” che in estate è spesso di aiuto.

L’origine di questo piatto è la classicissima zuppa di pomodoro statunitense (e il pensiero vola subito a Andy Warhol e alla sua Campbell’s Tomato Soup).

Rifinita con una crema fresca di formaggio ed erbe aromatiche.

E un po’ di peperone friggitello, per ricordare che siamo al di qua dell’Oceano, ma non ancora in Spagna.

Per un bel gazpacho andaluso c’è ancora tempo.

Vediamo subito la ricetta della Tomato Soup New Style .

Ingredienti per 2 persone  :

  • 400 gr. pomodori pelati
  • 1 carota, 1 costa di sedano, 1 scalogno
  • ½ litro di brodo vegetale
  • 3 San Marzano pelati
  • aglio
  • ½ cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1/3 cucchiaino di semi di cumino da pestare
  • 1 peperoncino fresco tritato
  • 1 peperone rosso a corno già cotto (grigliato), privato dei semi e spellato
  • zucchero
  • alloro
  • basilico
  • olio e.v.o.
  • paprika dolce (va benissimo anche del peperone di Senise in polvere)

Per i peperoni arrostiti :

  • friggitelli o peperoni a sigaretta
  • paprika affumicata
  • pecorino  sardo stagionato grattugiato
  • ½ peperoncino fresco tritato
  • olio e.v.o.
  • sale e pepe

Per i pomodorini confit :

  • pomodorini datterini
  • timo
  • buccia di limone grattugiata
  • peperoncino
  • paprika facoltativa
  • zucchero semolato
  • sale
  • pepe
  • olio e.v.o.

Per la crema alle erbe :

  • 10 gr. erba cipollina
  • 7 gr. basilico
  • 70 gr. formaggio fresco spalmabile
  • 1 falda di buccia di limone
  • aglio
  • sale e pepe

Per il brodo vegetale :

  • 1 carota, 1 costa di sedano, 1 piccola cipolla
  • un pezzetto di porro
  • 3 pomodorini datterini
  • un gambo di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • bacche di ginepro
  • pepe nero in grani
  • sale grosso

Per accompagnare :

  • pane di mais (Io ho servito la zuppa con del pane di mais, trovate la ricetta qui , apportando una piccola variante, e invece di unire degli japapenos che non avevo, ho aggiunto dei peperoni in salamoia dolci e piccanti)

PREPARAZIONE

Per il brodo vegetale

Portare a bollore dell’acqua fredda con una carota , una costa di sedano, un pezzetto di porro, 3 pomodorini e una cipolla tagliati a dadini, un gambo di prezzemolo senza foglie, uno spicchio di aglio in camicia, alcune bacche di ginepro, dei grani di pepe nero e un pizzico di sale grosso. Cuocere per 40 minuti. Eliminare l’aglio e poi filtrare, schiacciando per ricavare tutti i succhi.

Per i peperoni arrostiti

Pulire i friggitelli (o dei peperoni a sigaretta) , tagliandoli a metà ed eliminando i semi; cuocerli in forno caldo a 200°C su una teglia ricoperta con carta forno, conditi con sale, pepe, peperoncino tritato, poca paprika, olio e.v.o e il formaggio grattugiato per circa 25 minuti.  Togliere dal forno e far raffreddare.

Per i pomodorini confit

Tagliare a metà i pomodorini datterini e svuotarli, eliminando i semi. Disporli su una teglia ricoperta con carta forno e strofinata di aglio. Condirli con sale, pepe, peperoncino, a piacere della paprica, le foglioline di timo, della zeste di limone grattugiata, zucchero e un filo di olio e.v.o.. Cuocerli in forno a 150°C sino a quando saranno  ben appassiti.

Per la crema alle erbe

Sbianchire l’erba cipollina in acqua bollente. Scolarla e raffreddarla subito. Fare lo stesso con il basilico. Scolare bene le erbe e tagliuzzarle al coltello. Frullarle con il formaggio, due cucchiai dell’acqua di lessatura delle erbe oramai fredda e la buccia di limone. Regolare di sale e pepe e mettere a riposare la crema in una tazza strofinata di aglio, in frigorifero, coperto.

Per la Tomato Soup New Style

Bruciacchiare il peperone a corno in forno a 220°C sotto il grill, sino a quando la pelle abbrustolisce. Togliere dal forno e far intiepidire. Spellare ed eliminare i semi. Tagliuzzare con il coltello.

Fare un taglio a croce ai San Marzano e sbollentarli in acqua bollente. Scolarli e raffreddarli in acqua fredda; spellarli.

Eliminare i semi e tagliarli a dadini.

Tritare carota, sedano e scalogno.

Tostare con un filo di olio l’aglio intero, il cumino macinato e il peperoncino tritato (privato dei semini).

Unire le verdure tritate e farle appassire. Unire quindi la paprika e farla tostare.

Eliminare l’aglio. Unire i San Marzano e farli ammorbidire. Poi unire il peperone tagliuzzato e i pelati.

Far insaporire prima di versare il brodo riscaldato , aggiungendo anche il concentrato, le erbe aromatiche e un pizzico di zucchero.

Portare dolcemente a bollore e poi cuocere dolcemente per circa 20-30 minuti.

Eliminare le erbe aromatiche e regolare di sale e pepe.

Frullare la zuppa sino ad ottenere una consistenza abbastanza liscia e omogenea.

Servire la crema a temperatura ambiente, decorandola con i peperoni arrostiti , i pomodorini confit e la crema di formaggio.

 

Piccoli consigli

La zuppa è davvero perfetta servita anche in purezza senza le decorazioni. Perciò, se avete fretta, potete fermarvi alla sola zuppa e avrete un prodotto ugualmente delizioso.

Per accompagnare la zuppa ho preparato del pane di mais, ma vanno benissimo anche dei semplici crostini di pane tostato, o delle bruschette, per renderlo un piacevole e fresco piatto unico.

Se vi è piaciuta la Tomato Soup New Style , provate a dare un’occhiata a questa irriverente soluzione d’antan di gazpacho (che  dell’originale ha l’intensa freschezza e piacevolezza).

 

2 commenti su “Tomato Soup New Style

  1. Puro spettacolo Emanuela, che bei colori sgargianti. Idea veramente sensata in questa calda estate. Brava veramente per i tuoi consigli. L. S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.