Caserecce con gamberi al whisky e asparagi bianchi

Caserecce con gamberi al whisky e asparagi bianchi

Siamo composti per la maggior parte di acqua.

Le percentuali nel tempo sono cambiate. Non tanto per una fluida evoluzione dell’uomo, quanto per oggettive  e ragionevoli obiettività …

In passato si diceva fosse il 90% … ma guardandomi allo specchio qualche dubbio l’ho sempre avuto. Non ho mai mostrato la trasparenza di una vitasnella.

Ultimamente le percentuali sono state riviste e ridotte a un più contemplabile 60%. con oscillazioni in base a sesso e età  … mi basta guardare il mio viso allo specchio per capire che qualcosa nell’idratazione dal tempo dell’infanzia è cambiato.

Personalmente ritengo che questo dato sia in ulteriore forte diminuzione se decido di dedicarmi alla mia culinaria convivente passione, ossia quella dell’ebbro bere. Specifico ulteriormente per evitare fraintendimenti  … non mi sto riferendo a  liquidi di fonti cristalline nella loro versione più pura e  incontaminata.

Bensì a fluidi dall’euforico effetto.

Non oso pensare cosa possa succedere se arricchisco il mangiare del “bere”, come in questo caso.

Sono andata ben oltre le vaporose e vinose sfumate, e ho puntato direttamente al dopo cena.

Come dire di no a un bicchiere di whisky, sorseggiato lentamente, anche in versioni più distese come un godibilissimo Whisky Sour.

E se il limone è forse uno dei suoi compagni preferiti in un cocktail, non può  essere diversamente in un piatto.

Se poi vogliamo aggiungere la pastosa ricchezza dei gamberi e la fresca dolcezza degli asparagi, il successo non è nel bicchiere, ma nella pasta.

Come dire … pasta brilla, commensale felice !

Ingredienti per 2 persone

  • 180 gr. caserecce
  • le punte di 500 gr. asparagi bianchi di Mambrotta
  • 10-15 code di gambero rosa
  • filetti di mandorle tostate
  • Bourbon Whisky
  • zeste di limone e arancia
  • pochissima erba cipollina
  • sale e pepe lungo del Bengala
  • burro
  • olio e.v.o.

Per il fondo di gamberi :

  • il carapace e le teste (se le avete) dei gamberi
  • 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 1 pezzetto di porro, 1 spicchio di aglio
  • 1 tazzina di marsala secco
  • uno spruzzo di doppio concentrato di pomodoro
  • un gambo di prezzemolo senza foglie
  • 2 rametti di timo
  • un pezzetto di buccia di arancia e di limone (non previsti nella ricetta tradizionale, ma in questo caso si legano bene ai sapori della ricetta)
  • qualche grano di pepe nero
  • sale

Per la salsa agli asparagi :

  • i gambi degli asparagi
  • 1 scalogno
  • 1 rametto di timo
  • un pezzetto di buccia di arancia e di limone
  • burro e olio e.v.o.
  • sale e pepe lungo del Bengala

PREPARAZIONE

Per i gamberi

Pulire i gamberi, eliminando il carapace e il filetto intestinale. Farli marinare in una boule con pepe pestato, buccia di limone e arancia grattugiata, pochissima erba cipollina, timo e uno o due cucchiai di whisky. Coprire e far riposare in frigorifero.

Per il fondo

Mettere teste e carapaci in un’ampia pentola, farli tostare a fuoco vivace con un filo di olio e.v.o.-

Quindi unire un trito di carota, cipolla e sedano e lo spicchio di aglio in camicia. Far appassire e poi sfumare con il marsala.

Far evaporare e poi coprire con acqua fredda (possibilmente con cubetti di ghiaccio per avere uno choc termico che estrae meglio i sapori), aggiungere il concentrato di pomodoro, un pizzico di sale, qualche grano di pepe nero, il timo, il gambo di prezzemolo e un pezzetto di buccia di arancia  e limone.

Portare a bollore e cuocere per una 45 minuti.

Eliminare l’aglio, filtrare e schiacciare per estrarre i succhi.

Per gli asparagi

Pulire glia sparagi, separando le punte dai gambi.

Sbollentare le punte in acqua salata (circa 5 minuti), mantenendole croccanti. Raffreddarle in acqua e ghiaccio. Scolarle, tamponarle per bene e tenerle da parte.

Lessare anche i gambi, cuocendoli più morbidi.

Brasare lo scalogno tritato finemente con un filo di olio e.v.o. e una nocina di burro.

Insaporirvi i gambi degli asparagi tagliati a pezzi.

Sfumare con il vino bianco e farlo evaporare.

Unire le bucce di agrumi e un rametto di timo. Coprire con l’acqua di lessatura e cuocere per farle ulteriormente ammorbidire. Eliminare il timo e le bucce di agrumi. Quindi frullare e passare al colino.

Rimettere su fuoco con le bucce e far ridurre, addensando eventualmente con poco amido sciolto in acqua fredda.

Al termine regolare di sale e pepe ed eliminare  i profumi.

Preparazione finale

Lessare la pasta nel fondo dei gamberi, salato e leggermente allungato.

Ripassare le punte di asparago (circa 150 gr.)  tagliate a filetti con una nocina di burro e un rametto di timo, così da farle colorire. Regolarle di sale e pepe.

A parte saltare in padella i gamberi, sempre con una nocina di burro e un filo di olio e.v.o..

Sfumare con il whisky. Aggiungervi la crema di asparagi, e qualche cucchiaio di fondo. Unire anche gli asparagi.

Scolare la pasta e ripassarla in padella con il condimento, bagnando con qualche cucchiaio di acqua di cottura e rifinendo con una nocina di burro e le mandorle a lamelle tostate.

Consigli

Per questo tipo di preparazione consiglio di usare un Bourbon Whisky  (a base prevalente di mais) invece di uno Scotch, per la sua maggiore morbidezza e aromaticità, che accoglie in modo più armonico le note dolci del gambero.

Se volete provare la ricetta con gli scampi, verrà ancora più ricca.

Volete un vino in abbinamento ? Questo Vermentino ligure non vi tradirà.

Se preferite le note secche del gin, provate questi fusilli al coniglio con ginepro e limone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.