Gnocchi allo zafferano con vongole e asparagi

gnocchi allo zafferano con vongole e asparagi

Ogni giorno … gnocchi.

Non ho riservato un giorno speciale a questo piatto tradizionale, che profuma di casa come pochi.

Come mi capita invece di fare con la pizza. O una piadina.

Non tanto per abitudinarietà, anche se sono abbastanza legata alle mie routine. Più per motivi organizzativi, dovendo incastrare la voglia di cucinare, il desiderio per un piatto in particolare e le mansioni settimanali a cui non si puo’ scappare.

Gli gnocchi invece godono di assoluta libertà sottomessa solo al fatto di avere un po’ di tempo per prepararli.

La voglia di certo non manca mai.

Se in inverno mi dedico maggiormente alla preparazione di pasta fresca, in primavera arriva il momento di dedicarsi a questo tipo di impasto. Come le pulizie di primavera … ma molto più piacevole !

Come prepararli

Solo tre ingredienti, o poco più : patate, farina e un tuorlo d’uovo, che uso principalmente se non ho intenzione di lessarli immediatamente.

L’uovo aiuta a stabilizzarli e a migliorarne la conservabilità. Inoltre garantisce un po’ più di struttura in fase di cottura. Espediente salvavita nel caso i cui si utilizzino patate non particolarmente asciutte o una farina debole.

Per questo io preferisco usare sempre una farina di tipo 1. Maggiormente saporita, e decisamente più di tenace.

Altro dubbio … riga si o riga no … A volte si preferisce la versione rigata, per far si che gli gnocchi raccolgano meglio il sugo.

Io li prediligo lisci. Se l’impasto non contiene troppa farina, infatti, è in grado di assorbire parte del condimento.

I miei segreti

Il mio ultimo trucchetto : sempre meglio insaporire gli gnocchi con qualche spezia. Vanno benissimo pepe e noce moscata . In questo caso ho usato dello zafferano, per dare loro colore e anche una piacevole nota aromatica, ma non è indispensabile. E poi aggiungo sempre un po’ di formaggio. Sono perfetti parmigiano, grana o provolone grattugiati.

Gli ingredienti

La ricetta di oggi è la mia rivisitazione di un mare e monti.

Le vongole, a tifare per la corrente marina.

E i verdi asparagi, Che rappresentano la rigogliosa stagione terrestre che ci circonda in questi mesi.

Ingredienti per 2 persone

Per gli gnocchi :

  • 550 gr. patate rosse o per gnocchi
  • 120 gr. farina 1
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 20 gr. provolone grattugiato
  • una grattata di noce moscata
  • sale e pepe
  • una o due bustine di zafferano sciolto in un cucchiaio di latte riscaldato

Per la crema di asparagi :

  • 1 mazzetto di asparagi verdi
  • vino bianco secco
  • olio e.v.o.
  • burro
  • sale e pepe
  • timo
  • buccia di limone

Per il condimento :

  • punte degli asparagi sbollentate
  • 200 gr. vongole già aperte e pulite con il loro sughetto filtrato (peso complessivo)
  • vino bianco secco
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • prezzemolo

A piacere :

  • basilico viola

PREPARAZIONE

Per gli gnocchi

Cuocere le patate partendo da acqua fredda con sale grosso.

Quando le patate sono cotte scolarle e spellarle. Passarle allo schiacciapatate e versarle in una zuppiera.

Amalgamarle ancora calde con la farina setacciata, il formaggio, il tuorlo, lo zafferano sciolto, un pizzico di sale e di pepe e la noce moscata.

Amalgamare sino ad avere un composto omogeneo, morbido e uniforme, non troppo appiccicoso e modellabile (se necessario aggiungere altra farina, ma fare attenzione a non metterne troppa).

Prendere una parte di composto e rotolarlo sotto i palmi, così da ottenere un serpentello. Tagliarlo a pezzetti e disporre gli gnocchi così ottenuti su un vassoio infarinato.

Al termine coprire e conservare in frigorifero

Per gli asparagi

Pulirli e separare le punte dai gambi.

Sbollentare le punte in acqua salata, scolandole ancora al dente. Raffreddarle in acqua e ghiaccio.

Lessare i gambi degli asparagi fino a farli intenerire e scolarli.

Brasare lo scalogno tritato con un filo di olio e una nocina di burro. Insaporirvi i gambi tagliuzzati e sfumare con il vino. Farlo evaporare.

Bagnare con poca acqua di lessatura, unire un pezzetto di buccia di limone e un rametto di timo e cuocere per una decina di minuti.

Eliminare il timo. Frullare e passare al colino. Regolare di sale e pepe. Se fosse necessario, addensare con poca fecola sciolta in acqua fredda.

Per il sughetto di vongole

Scaldare un’altra padella con un filo di olio, un gambo di prezzemolo, poco peperoncino e uno spicchio di aglio. Aggiungervi le vongole e sfumare con il vino bianco. Far evaporare, poi unire parte del loro suchetto e le punte di asparago. Far ridurre velocemente. Eliminare gli aromi e regolare di sale e pepe.

Profumare con poca buccia di limone .

Per servire

Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata (se avete conservato parte dell’acqua delle vongole, aggiungetela, così che gli gnocchi prendano più sapore).

Nel frattempo riscaldare il condimento, aggiungendo anche tutta (o una parte) di salsa di asparagi.

Scolare gli gnocchi e ripassarli in padella, bagnando con qualche cucchiaio di acqua di cottura. A piacere unire del prezzemolo tritato.

Servire (se tenuta da parte) sulla crema di asparagi avanzata e rifinire con qualche foglia di basilico viola (facoltativo).

Un consiglio : io preparo in casa un olio aromatico, scaldandolo per poche decine di secondi in forno a microonde con dentro aglio, peperoncino e gambi di prezzemolo. Lo faccio riposare per una giornata e poi lo filtro. E’ un olio aromatico già pronto, veloce da usare che vi permetterà in questo caso di farvi saltare direttamente le vongole senza aggiungere gli altri aromi, che lo hanno precedentemente profumato

 

Desiderate abbinare un vino ? Un Lugana è sempre un’ottima scelta !

 

Se amate gli gnocchi, provate questa ricetta di gnocchi ripieni con sugo alla ‘nduja .

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.