Stick di polenta fritta con fonduta di zola

Stick di polenta fritta con fonduta di zola

Fritti di Carnevale – Capitolo Salato

In questi giorni la casa si sta velocemente trasformando in una profumatissima friggitoria.

Adoro i fritti, ma non li faccio spesso quanto dovrei … o meglio VORREI !

Questo vale per tutto il periodo annuale, ad eccezione dei mesi di Gennaio e Febbraio.

Sarà il freddo, che tutto giustifica. O quasi.

Sarà l’aria che profuma in modo così invitante ogni volta che si passa vicino ad un forno … Difficile non esserne contagiata.

E io cedo. Ho ben poco autocontrollo culinario. E’ risaputo !

Così mi piace preparare fritti, anche in versione salata. Soprattutto come antipasto, o per un aperitivo goloso e invitante.

C’è una cosa che fritta (e i padani lo sanno bene) che è ancora più buona (se possibile … come sempre …) : la POLENTA.

Una deliziosa polenta di Storo, cotta dolcemente in un paiolo di rame. E rifinita un tocco di parmigiano grattugiato e olio al tartufo bianco.

Poi fatta raffreddare e tagliata a bastoncini. Infine ripassati nella stessa farina e poi fritta.

Deliziosa.

Da sola. Con qualsiasi salume vi ispiri. E ancora di più con una veloce fondutina di gorgonzola (nel mio caso uno al tartufo nero, ma va bene anche il tradizionale, o quello che preferite).

Unico consiglio : se possibile EVITATE le polente precotte, che cuociono in pochi minuti. Non me ne vogliate … ma non chiamiamola polenta ! E’ un’altra cosa. Tutt’altro sapore, consistenza e soddisfazione (abbiate pazienza, sono la PALADINA della polenta tradizionale  !).

Ingredienti per 2 persone

Per la polenta :

  • 125 gr. di farina di mais di Storo (io mi trovo benissimo con la Agri’90)
  • ½ litro di acqua
  • sale grosso
  • ½ cucchiaio di olio al tartufo bianco
  • 1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato

Per friggere :

  • olio di semi di arachide
  • farina di mais di Storo

Per la fonduta :

  • 150 gorgonzola al tartufo
  • 50 gr. latte
  • poca fecola
  • sale e pepe
  • noce moscata
  • le foglie di un rametto di timo

Infine :

  • 100 gr. salame

PREPARAZIONE

Per la polenta
Scaldare l’acqua salata in un paiolo di rame. Versarvi a pioggia la farina, mescolando con una frusta.

Portare a bollore, abbassare il fuoco. Coprire con un coperchio.

Cuocere la polenta per tre quarti d’ora, mescolando di sovente.

Al termine versarla in un piccolo stampo da plum cake (se volete, per comodità, rivestito di carta forno).

Far raffreddare completamente e poi tagliare a bastoncini. Passarli nella farina e friggerli in olio caldo.

Scolarli su carta assorbente.

Per la fonduta

Sciogliere la fecola in poco latte.

Scaldare i restanti 50 gr. di latte con il formaggio a pezzi, per farlo sciogliere. Aggiungere il timo.

Unirvi il latte con la fecola e far addensare. Profumare con noce moscata e pepe. Regolare di sale se occorre.

Servire i bastocini di polenta con la crema di formaggio e il salame a fette.

 

N.B. : io faccio sempre polenta in dose doppia. Con quella che avanza, provate a preparare questi golosissimi gnocchi gratinati !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.