Millefoglie di carpaccio di struzzo

millefoglie di carpaccio di struzzo lamponi tartufo funghi

Avete mai mangiato la carne di struzzo ?

Il mio elenco potrebbe essere lungo, ma anche breve. Visto che spesso la mangio, ma sempre nelle stesse preparazioni. Più o meno.

Ho fatto una volta un ragu’. Poi ho cucinato degli hamburger. E non mi sono persa nemmeno un filettino.

Ma quando ho visto una confezione di carpaccio … allora sì che mi si sono accesi gli occhi. E qualcosa nella mente mi ha detto che una buona idea stava sorgendo.

Ho ipotizzato una tartare. A alla fine sono approdata al carpaccio stesso.

In questo antipasto viene servino alternato  come una millefoglie con funghi e parmigiano. E un condimento a base di aceto di lamponi e olio al tartufo bianco. … quando mi è venuto in mente non ho potuto fare altro che pensare “O è la più grande stupidata che esista al mondo… oppure … complimenti !!”.

Qualche volta me li faccio.  Anche se non troppo spesso.

Questo carpaccio  è di per sé una preparazione. Che potete servire assieme a un’insalata di rucola o radicchio, condita con aceto (balsamico o di lamponi), olio, sale, pepe, noci e parmigiano a scaglie.

Io invece ho colto l’occasione per sperimentare un nuovo tipo di insalata, in versione cotta.

Ho preso un cespo di radicchio si Verona. L’ho passato velocemente in padella con olio, aceto di lamponi, zucchero a bilanciare e gli immancabili sale e pepe.

Servito su una coreografica goccia di miele, con noci, lamponi e scaglie di parmigiano.

Deliziosa. Anche servita da sola, come antipasto, in una cena dal menu importante. E regge benissimo un Valpolicella Superiore.

Passiamo alla ricetta !

Ingredienti per 2 persone

Per la millefoglie di struzzo :

  • 120 gr. carpaccio di struzzo
  • 200 gr. funghi chiodini
  • parmigiano a scaglie
  • 1 foglia di alloro, 1 rametto di rosmarino, 1 foglia di salvia
  • 1 rametto di timo
  • aglio
  • sale e pepe
  • olio e.v.o.
  • Angostura
  • Worchestershire Sauce

Per il condimento :

  • 1 cucchiaino colmo di miele di acacia
  • 1 o 2 cucchiaini di aceto di lamponi
  • 2 cucchiaini di olio al tartufo bianco
  • 1 cucchiaino di colatura di alici
  • sale e pepe

Per rifinire (facoltativo ) : tartufo fresco

Per il radicchio :

  • 1 cespo di radicchio di Verona
  • olio e.v.o.
  • sale e pepe
  • un pizzico di zucchero
  • 2 cucchiai scarsi di aceto di lamponi

Per servire il radicchio :

  • miele di acacia
  • lamponi
  • noci tritate
  • scaglie di parmigiano

PREPARAZIONE

Per i funghi : pulirli e lessarli in abbondante acqua salata con una foglia di alloro, la salvia, il rosmarino e uno spicchio di aglio, per circa 8 minuti.
Scolarli e ripassarli in padella con olio e.v.o., aglio, un rametto di timo, uno spruzzo di Worchestershire Sauce e poche gocce di Angostura. Regolare di sale e pepe e togliere dal fuoco.

Per il radicchio : tagliarlo in quattro, ripassarlo in padella con un filo di olio e.v.o., sfumandolo con l’aceto. Aggiungere un pizzico di zucchero. Regolare di sale e pepe e cuocere molto velocemente. Deve mantenersi consistente.

Emulsionare gli ingredienti del condimento, regolando comunque secondo il proprio gusto.

Fare uno strato di carpaccio (con tre fette). Salarlo leggermente e condirlo con poche gocce di condimento, un po’ di funghi e qualche scaglia di parmigiano. Proseguire fino a terminare gli ingredienti. Rifinire, a piacere, con tartufo a scaglie.

Disegnare una goccia di miele a fianco del carpaccio. Cospargerlo di noci tritate e sopra disporvi il radicchio. Unire anche qualche lampone all’insalata, insieme a qualche scaglia di parmigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.