Zuppa gratinata di cipolle e manzo

Sono la classica persona che ha le mani fredde anche in pieno Agosto.

Che ha sempre una copertina a portata di mano, non si sa mai … E che non esce mai senza guanti.

Non c’è da stupirsi quindi se sono una fedele amante di brodi, zuppe e minestre. Di ogni forma, sostanza e colore. Ne ho fatte tante. E altrettante ne continuo a inventare. Mescolando piatti e sapori provati. Sperimentando. Aggiungendo, quasi sempre. Togliendo assai raramente.

La zuppa di cipolle è uno dei miei piatti del ricordo. Mi riporta a quella che mi preparava mia mamma. Con cipolle e patate. Me la cucinava alla sera, intanto che aspettavo il secondo, come fosse un’antipasto.

La adoravo …

Poi ho conosciuto la soup d’oignon. L’originale, la madre di tutte. Gratinée. E’ stato un fulmine a ciel sereno, un sapore che ti cambia quasi la vita.

Cipolle morbide, quasi fuse in un brodo caldo, dolce e aromatico. L’apoteosi del concetto di confortante.

Pane tostato, inzuppato di questo saporito brodo con una generosissima gratinatura di formaggio (e ci risiamo, l’umami ha finalmente una dimensione).

Ho provato ad aggiungere del sugo d’arrosto. E mi è sembrato di toccare il paradiso.

Poi ho conosciuto la genovese. Uno straordinario condimento per la pasta, a base di carne di manzo e cipolle, cotte quasi da caramellare.

E per finire ho incontrato la zuppa di manzo cinese. Aromatizzata con anice stellato e cannella. E un tocco di acidità, per dare freschezza.

Così è nata questa zuppa gratinata di cipolle e manzo … partita dall’amore per un ricordo d’infanzia. Cresciuta con l’originale francese. Ispirata dal sugo napoletano. E profumata da un viaggio in Cina.

Buona. Da volerne almeno il BIS.

Ingredienti per 2 persone :

  • 600 gr. cipolle bionde
  • 150 gr. macinato di manzo
  • 600 gr. brodo di carne
  • Worchestershire sauce
  • Angostura
  • ¾ tazzina di marsala secco
  • 1 cucchiaio raso di farina 00
  • 40 gr. provolone piccante grattugiato a fori grossi
  • 25 gr. parmigiano reggiano grattugiato
  • 2 fette di pane casereccio tagliate in due o tre parti
  • burro per imburrare leggermente le fette di pane
  • sale
  • pepe nero macinato al momento
  • noce moscata
  • 1 anice stellato
  • 1 stecca di cannella
  • 5 spezie cinesi
  • zucchero
  • burro
  • olio e.v.o. delicato

PREPARAZIONE

Per la base

Rosolare il macinato in una padella calda, con un filo di olio e.v.o.. Al termine insaporirlo con sale, pepe e un pizzico di 5 spezie cinesi.
Pelare le cipolle e affettarle molto sottilmente. Farle appassire altrettanto dolcemente con una noce di burro e un filo di olio e.v.o, per circa 25-30 minuti. Sfumare con il Marsala e farlo evaporare. Unire un bel pizzico di zucchero, un cucchiaino di Worchestershire Sauce, l’Angostura e la carne. Far insaporire. Quindi cospargere di farina setacciata e farla assorbire bene. Bagnare con il brodo, unire una stella di anice e un bastoncino di cannella e cuocere per un’altra mezz’ora-quaranta minuti, sempre coperto. Al termine regolare di sale e pepe, eliminare le spezie e profumare con poca noce moscata grattugiata. (Se fosse necessario, durante la cottura bagnare con altro brodo o acqua calda).

Per la gratinatura

Tostare in forno caldo a 180° le fette di pane leggermente imburrate. Metterle in due ciotole di terracotta individuali, spolverizzando il pane con il mix dei due formaggi (tenerne un po’ da parte per la gratinatura finale).
Coprire con la zuppa di cipolle e far riposare per almeno mezz’ora (così che il pane si inzuppi bene).
Cospargere con il formaggio rimanente e insaporire con una bella macinata di pepe.
Passare in forno caldo a 200°C per circa 25 minuti (5-10 minuti  prima del termine in funzione ventilata per favorire la gratinatura), sino a doratura del formaggio.

Bon Appetit !

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.