Tagliatelle al limone con verdure di primavera e cozze

Ecco il mio secondo piatto per la Pasqua .. o meglio il primo, visto che stiamo parlando di un piatto di pasta.

Questa volta (ma ammettiamolo … è quasi sempre così perchè l’origine non si perde mai … )  l’idea e i sapori di base sono tutti mediterranei : si parte dal limone che profuma la pasta all’uovo.

Poi le verdure, generose e abbondanti : un tripudio che fa bene alla salute e pure alla vista (oltre che al palato).

E infine le cozze, a dare una spinta marina e marittima al piatto.

Ultimissimo trucco/tocco personale …. : il piccante dello zenzero e un’idea di panna.

Il primo da’ freschezza e piccantezza e conferisce una sensazione vibrante al piatto … o almeno le mie papille hanno ballato, ma ultimamente si emozionano facilmente.

La seconda … avvolge e lega il tutto senza coprire .. una coccola finale !!!

Ingredienti per 2 persone  : 

125 gr. tagliatelle secche al limone – 1 carota – 100 gr. piselli – 100 gr. asparagi – 1 scalogno – salvia – 50 gr. panna – 100 gr. cozze già aperte – vino bianco secco – aglio – prezzemolo – sale e pepe – peperoncino – zenzero in polvere – olio e.v.o. – burro

PREPARAZIONE

Sbollentare separatamente la carota pulita e tagliata a dadini, i piselli e gli asparagi, in acqua salata, mantenendoli croccanti. Per fermare il colore, raffreddarli in acqua fredda.
Brasare lo scalogno tritato finemente con una noce di burro, un filo di olio e.v.o e una foglia di salvia.
Unire le verdure e farle insaporire velocemente. Aggiungere la panna e far restringere, regolando di sapore e profumando con poco zenzero.
Saltare in padella le cozze già aperte con aglio, peperoncino in fiocchi e olio e.v.o.. Sfumarle con il vino bianco e farlo evaporare. Regolare di sapore, eliminare l’aglio e aggiungere poco prezzemolo tritato.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata, Scolarla al dente e saltarla in padella con le verdure, aggiungendo anche le cozze. Se necessario, aggiungere qualche cucchiaio della sua acqua di cottura per farla salsare.

Servire le tagliatelle in piatti individuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.