Risotto cacio e pepe ai frutti di mare

Risotto ai frutti di mare e pecorino

Può girare il mondo, possono passare le giornate, trascorrere le ore in un incessante succedersi di giorni, possono scivolarmi addosso le settimane, ma le ricette mi rimangono attaccate addosso.
Alcune più di altre.
Non importa quanto la giornata sia impegnativa, quanto i piedi a volte facciano male, o quanto il divano risulti accattivante : quando un risotto chiama e un brodo vegetale attende pronto nel congelatore, ogni scusa scompare.
Così riemerge dalla mente una ricetta di un riso che avevo seppellito, aspettando il momento e l’ispirazione finale per farlo….
Si potrebbe chiamare terra e monti, non tanto per la verdura, quanto per il formaggio, che in questo caso è un pecorino sardo.
L’abbinamento pesce-formaggio puo’ sempre sembrare azzardato, ma ci sono sapori che si sposano bene, e poi i frutti di mare cotti non sono delicatissimi, quindi vada per cozze, polpo e pecorino.
E abbondante pepe : praticamente una fusione di impepata di cozze e una cacio e pepe, addolcita dalla cremosità del risotto che toglie ogni spigolosità.
Come decorazione … io ormai sono già lanciatissima verso il Natale, non ci posso fare proprio nulla !! Ogni tanto bisogna cedere alle debolezze …

Ingredienti per 2 persone : 200 gr. riso Carnaroli – 100 gr cozze già cotte – 100 gr, polpo già cotto – 1 tazzina di vino bianco secco – 3 cucchiai di pecorino sardo grattugiato – brodo vegetale – aglio – scalogno – olio e.v.o. – burro – sale e pepe

PREPARAZIONE
Saltare brevemente in padella le cozze con il polpo tagliato a pezzetti con un filo di olio e.v.o. e uno spicchio di aglio (poi da eliminare). Regolare di sapore, insaporendo con abbondante pepe.
Brasare lo scalogno tritato finemente con un filo di olio e.v.o. e una nocina di burro. Tostarvi il riso e poi sfumarlo con il vino bianco secco, facendolo evaporare.
Portare a cottura il riso bagnandolo con il brodo vegetale.
A fine cottura, unire i frutti di mare. Regolare di sale e pepe e mantecare fuori dal fuoco con burro e formaggio. Far riposare per 3-4 minuti, con coperchio, prima di servire.
Rifinire, se lo si desidera (ma io non  mi tiro mai indietro) , con una macinata finale di pepe.
Piccante fino alla fine.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.