TORTA di SEMOLINO e ricotta all’uvetta e pinoli

Certe giornate nascono movimentate .. o meglio… certe settimane ..
Ho iniziato con la perdita delle chiavi della macchina : dove le avrò mai messe … nelle tasche ?? Nei cassetti ?? Sotto il tavolo o nelle pieghe del divano ?? La ricerca all’interno dei cuscini me la risparmio, c’è un limite anche per me.
Riprendo la caccia ……..guardo nel frigorifero … magari sotto la rucola ??? … Nel congelatore o vicino al vaso di fiori ….
Le possibilità sono infinite, improvvisamente la casa che sembra sempre piccola è diventa un castello da ispezionare.  Tutto per poi poi scoprire che “si sono nascoste” dentro una borsa della spesa, buttate o scivolate, ormai non me lo domando neppure più … L’importante è averle trovate. A posto.
Se poi il giorno dopo è la macchina stessa a rifiutarsi di mettersi in moto, allora capisco tante cose.
Povera .. anche lei ha una certa, come la sua proprietaria ….
Mettiamola così, a volte è il destino che parla : voleva dirmi che dovevo starmene a casa per preparare uno dei miei dolci preferiti ?  Bastava dirlo, non era necessario tutto questo scompiglio !

La torta che ho preparato oggi ha una consistenza morbida e cremosa, dolce ma non troppo, ricca di profumi e sfumature : la buccia di arancia, l’aroma di marsala nell’uvetta, il sapore tostato dei pinoli  e l’aroma di fiori di arancio. La adoro e assaporandola, ritorno in pace con il mondo. 


Ingredienti per uno stampo di circa 17 cm. di diametro : 125 gr. semolino – 130 gr. ricotta vaccina – 130 gr. latte – 370 gr. acqua – 20 gr. burro – 2 uova – 160 gr. zucchero semolato – scorza intera di ½ arancia – scorza grattugiata di ½ arancia – 40 gr. uvetta ammollata nel marsala secco la sera precedente – 20 gr. pinoli tostati e tritati al coltello – 1 cucchiaino di vaniglia in polvere – 4 cucchiai di aroma di fiori di arancio – zucchero a velo – un pizzico di sale

PREPARAZIONE


Portare a bollore il latte con l’acqua, il burro, un pizzico di sale e la scorza intera dell’arancia.
Eliminare la scorza e versare il semolino, mescolando con una frusta.
Cuocere per una decina di minuti, sino a quando si ottiene una polentina soda. Togliere dal fuoco e far intiepidire (o raffreddare completamente).
Montare le uova con lo zucchero e unirvi la ricotta setacciata, la scorza grattugiata, l’acqua di fiori di arancio e la vaniglia.  Versare il composto in un mixer ed unirvi il semolino. Frullare sino a ottenere un composto omogeneo.
Per ultimo aggiungere l’uvetta ben scolata e infarinata e i pinoli, mescolando per bene.
Versare il composto in una teglia imburrata ed infarinata e cuocere in forno caldo a 200°C per circa 40 minuti, sino a doratura della superficie.
Sfornare e far raffreddare completamente. Servire decorando con zucchero a velo setacciato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *