Tortino di mandorle all’arancia con glassa al cioccolato .. una caprese rivoluzionata !!!

In casa continuo ad avere della farina di mandorle e il motivo non è di certo un mistero : continuo a comprarla … e comprandola, poi mi vedo “costretta” a cercare ricette e dolci che la utilizzino ….praticamente mi rincorro facendo tutto da sola. E mi domando se sia sensato tutto questo …
Ma in fondo, va bene così, visto che questo mi spinge a provare e a fare cose nuove e diverse, soprattutto con sorprendenti risultati (non tanto per la qualità non sempre perfetta .. più per la pura scoperta di nuovi sapori) .
La torta caprese, ad esempio è un dolce classico a base di mandorle, cioccolato, zucchero e burro .. un dolce già perfetto così com’è .. ma che ho fatto in versione un pò diversa e profumato all’arancia (così oltre alla polpa, che finisce naturalmente nel mio pancino, approfitto dei suoi oli essenziali che sono nella buccia).
La cosa che mi colpisce di questo dolce è la consistenza del tutto particolare data dalla totale assenza di farina .. certo .. magari è un dolce un pò calorico .. ma ogni tanto ci vuole …
Ingredienti : 50 gr. burro – 50 gr. farina di mandorle – 40 gr. zucchero semolato (max 50 gr. per averlo un pò più dolce) – 1 uovo grande – un pizzico di sale – buccia d’arancia grattugiata per profumare – burro e farina per lo stampo
Per la copertura : 60 ml. di acqua – 70 gr. zucchero semolato – 25 gr. cacao amaro in polvere – 50 gr. panna fresca – 1,5 fogli di colla di pesce

Procedimento
Montate il burro morbido; quindi unitevi lo zucchero e continuate a montare con le fruste. Quindi aggiungetevi il tuorlo, un pizzico di sale (sempre montando) ed infine la farina setacciata e della buccia d’arancia grattugiata. Unite anche gli albumi montanti a neve, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Versate in uno stampino (io un’usa e getta della cuki della capacità di mezzo litro) e cuocete in forno caldo a 170° per 25/30 minuti circa (provate la cottura con uno stecco, che dovrà uscirne asciutto, ma la tortina dovrà essere morbida). Togliete dal forno e fate intiepidire prima di sformare su una gratella. Per la copertura : in un pentolino sscaldate acqua e zucchero sino ad ottenere uno sciroppo con lo zucchero sciolto (ma non portate a bollore). Unite il cacao setacciato, la panna, i fogli di colla di pesce ammollati per 10 minuti e poi strizzati; fateli sciogliere. Eventualmente, passate al colino. A questo punto, raffreddate la glassa, in modo da farla addensare prima di usarla, badando a mescolarla, così da regolare la densità.
Io ho diviso la tortina in due parti e poi l’ho tagliata a metà così da poterla farcire al centro e avere due porzioni di torta. Dopo aver tagliato a metà in senso orizzontale, farcite con un poco di glassa. Ricomponete i due dolcetti e versatevi sopra l’altra glassa, ricoprendoli tutti (aiutatevi con una spatola e un cucchiaio). Decorate, se volete con lamelle di mandorle tostate.

Fate raffreddare prima di servire. Si consiglia di servire comunque il dolce a temperatura ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.