Crema di patate, cipolle e foie gras con sfoglia al tartufo

Ecco un piatto forse un pò d’antan .. o almeno a me ricorda atomosfere passate, ricchezza ed opulenza … diciamo una versione un pò più barocca della cucina, che ad oggi tende più a togliere e ad alleggerire.
E a me piace molto il minimalismo … ma quando si parla di foie gras .. di tartufo .. non posso fare a meno di osare.
E con questa minestra un pò oso : innanzitutto perchè ad oggi, forse, il foie gras è un pò “politically incorrect”.
Ed in effetti anche io cerco di evitare di pensare alle tecniche di produzione .. ma lo ammetto : mi piace, ed è una mia debolezza….
E poi questo piatto mi fa pensare a quei Grand Hotel francesi, dove i camerieri venivano al tavolo con il piatto della vivanda coperto da una campana argentata; così anche la mia casa si traforma e mi ritrovo in un grande salone illuminato da lunghe candele bianche. Ed un pianista che suona …


Ingredienti per 2 persone
: 300 gr. patate a pasta gialla – 30 gr. cipolla bionda – 20 gr. sedano – 300 gr. brodo di carne leggero – 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato – 2 cucchiai olio e.v.o. – sale – pepe nero – 30 gr. foie gras – pasta sfoglia – olio al tartufo

Procedimento

Tritate molto finemente la cipolla ed affettate sottilmente il sedano. Rosolate molto dolcemente per 3 minuti il sedano con due cucchiai di olio; quindi unite la cipolla e fatela appassire per altri 3 minuti. Aggiungete le patate (anch’esse affettate molto sottilmente, con una mandolina) e brasatele per altri 2 minuti a tegame coperto. Salate un poco. Bagnate con brodo caldo e altri 200 gr. di acqua anch’essa bollente. Coprite e cuocete per altri 10 minuti. Quando le patate saranno belle morbide, togliete dal fuoco e passate la zuppetta al setaccio (così le patate non diventano collose). Aggiungetevi il parmigiano e regolate di sale e pepe. Unite anche il foie gras, passato al setaccio. Mescolate per amalgamare bene.

Al momento di preparare, versate la crema in ciotole individuali, che possano andare in forno. Sigillate con un cerchio di sfoglia, ritagliato un pò più grande della circonferenza delle ciotole (che attaccherete lungo i bordi esterni inumiditi di acqua fredda con un pennellino), spennellate la sfoglia di olio al tartufo. Cuocete in forno caldo a 190° per 15-20 minuti, in modo da far dorare la pasta. Servite immediatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.