Blinis neri con salmone marinato e panna acida home-made

Ho mantenuto la promessa che mi sono fatta e così, ieri, come da previsione, ho fatto l’albero di Natale in casa … (o almeno costruito e decorato).
Potrebbe sembrare un pò presto, ma in effetti manca solo un mese a Natale e l’albero è così bello, e mi mette così tanto di buon umore, che francamente me lo voglio godere il più possibile. Con buona pace anche di suocero e padre, che in qualche modo sono sempre terrorizzati dal mio effetto contaminante, visto che col mio entusiasmo trascino le relative mogli, che iniziano a dire “Se lo fa lei .. allora anche noi …” !! Così ieri, come una bambina che scarta i regali, ho scartocciato tutte le palline dell’albero e le ho appese con mio marito, con debito sottofondo musicale di canzoni di Natale (così si entra meglio nell’atmosfera) … … mancava solo il camino .. poi ero una delle protagoniste di una pubblicità ….
Comunque, l’albero è venuto bene, ed ora posso incantarmi ad osservalo con le sue mille lucine …
… e a degna conclusione della giornata ho preparato i blinis … che forse più che Natale catapultano direttamente all’ultimo dell’anno, ma sono buoni ugualmente…
Ingredienti per 4 persone : 400 gr. trancio di salmone fresco con pelle
Per la marinatura del salmone : 40 gr. sale grosso – 40 gr. zucchero semolato – 1 cucchiaino di buccia di limone – 10 gr. aneto – 1 cucchiaino di pepe rosa – 1/2 cucchiaino di pepe bianco macinato
Per i blinis neri : 70 gr. farina di grano saraceno – 30 gr. farina bianca – 2 dl. latte – 1 uovo (tuorlo e albume separati) – 10 gr. lievito di birra – 1/2 cucchiaino di sale (2-3 gr.) – 1 bustina di nero di seppia
Per la panna acida : 100 gr. panna – 1 cucchiaio yogurt – succo filtrato di 1 fetta di limone
Procedimento
Per la panna acida : amalgamate tutti gli ingredienti e coprite con pellicola. Conservate a temperatura ambiente per 24 ore, prima di riporre in frigorifero.
Per i blinis : setacciate le due farine. Sciogliete il lievito in due cucchiai di latte tiepido. Unitelo al restante latte (a temperatura ambiente ; se lo tirate fuori dal frigo, scaldatelo leggermente sul fuoco, giusto da intiepidirlo) e amalgamatelo alla farina, poi unite il rosso dell’uovo ed il nero di seppia. Amalgamate e fate riposare coperto con pellicola a temperatura ambiente per 3 ore. Quindi unite gli albumi montati a neve ben ferma con il sale.
Per il salmone : togliete le spine del salmone con una pinzetta. Amalgamate tutti gli ingredienti della marinata.
Mettete il salmone in una terrina con la pelle verso il basso. Coprite con la marinata secca. Coprite con la pellicola, mettete sopra un’asse e sopra schiacciate con un peso (va bene una pentola); mettete in frigo per 3 giorni.
Passate i tre giorni, scolate il salmone dalla marinata, pulitelo bene dal sale con carta da cucina ed eliminate con un coltello affilato la pelle. Affettate molto sottilmente il salmone, come per un carpaccio.
Cuocete i blinis : scaldate una padella antiaderente con un cucchiaino di olio. Asciugatela con un pezzetto di carta assorbente. Versate il composto a cucchiaiate distanziate fra loro per fare delle piccole crepes. Cuoceteli un minuto per lato. Poi metteteli su carta assorbente ad asciugare l’unto. Conservateli caldi e servite subito con il salmone e la panna acida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.