Crema di pesche con lastre di cioccolato e croccante di mandorle


Ecco un’idea veloce veloce per un dessert rinfrescante, che non appesantisce ed appaga palato ed occhi !!!
Non vi darò le quantità precise precise, perchè l’ho preparato “all’impronta” con quello che avevo in casa, dato che dovevo preparare un dolcettino veloce da realizzare e soprattutto con quello che c’era !!!
Non vorrei darvi l’idea di quella che improvvisa sempre tutto, perchè non sono propriamente così. La mia confusione mentale (ed oggettiva) mi obbliga ad essere abbastanza precisa in quello che faccio. Ma ogni tanto salta fuori la vera anima, quella che fa tanto ridere mio marito .. la pasticciona che c’è in me !!! Certo .. mi piace “accennarmi” precisina e perfettina e quando lo voglio, lo sono. Ma il fatto è che ho passato buona parte della mia vita a cercare di essere quello che volevano gli altri. Ora stò piano piano riscoprendo me stessa, con i miei desideri, le mie volontà e soprattutto i miei difetti, perchè anche quelli fanno parte di me. Ma soprattutto la libertà : la libertà di agire, di essere e di inventare. Senza irrigimentarmi troppo, ma lasciando libera la creatività e la leggerezza di pensiero. Perchè è nella libertà che riscopro me stessa, senza cercare sempre di essere migliore di quella che sono, chiedendomi se quello che faccio vada bene. E’ stancante e soffoca la personalità !!! E adesso la mia ha bisogno di aria ….

Ora veniamo a noi e alla parte pratica di questo post :

Ingredienti per 2 persone : 2 pesche – 4 cucchiaini zucchero – zenzero in polvere q.b. – qlc. goccia di succo di limone – 4 cucchiaini Amaretto – agar agar (opzionale) – cioccolato fondente – 30 gr. filetti di mandorle – 30 gr. zucchero per la cialda croccante di mandorle
Procedimento
Sciogliete il cioccolato nel forno a microonde (o a bagnomaria) e poi stendetelo con un pennello su un foglio di carta forno, ottenendo delle sfoglie di cioccolato (non fatele troppo sottili, altrimenti si scioglieranno quando le prendete in mano). Mettete in frigorifero a rassodare.
Frullate la pesca, lavata ma non spellata, in un frullatore con il succo di limone, l’amaretto, lo zucchero ed un pizzico di zenzero. Scaldate un poco di acqua e scioglietevi una punta di cucchiaino di agar agar. Fate un pò addensare. Aggiungete qualche cucchiaio di frullato di pesca e poi unite al resto del frullato. In bicchieri da martini trasparenti alternate cucchiaiate di passato di pesche con le lastrine di cioccolato (spezzetatele pure). Poi mettete in frigorifero per almeno 3 ore.La quantità di agar agar dipende dalla quantità di frullato di pesche che ottenete e da quanto volete solida la crema. Si può anche omettere.
In un padellino antiaderente mettete le mandorle a filetti con lo zucchero. Appena le mandorle saranno tostate e lo zucchero caramellato (entrambi non bruciati), versate su un foglio di carta forno. Sopra disponetevi un’altro foglio e stendete con il mattarello in modo da ottenere una lastra. Aspettate che si intiepidisca il composto prima di rimuovere il foglio superiore.
Servite la crema di pesche con lastre di mandorle spezzettate con le mani.

… ora potete rilassarvi e gustarlo in piena libertà ….. (magari con in sottofondo il cd “Italia” di Chris Botti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.