Capesante alla piastra su crema di patate, olio alle nocciole e scalogno caramellato

Brrrr ……. che piacevole freschino !!! E’ straordinario come le prime piogge autunnali siano per me euforizzanti. Sì .. perchè se ancora ufficialmente non siamo in autunno .. a giudicare dal golfino che ho indossato oggi, la stagione è già arrivata !!! E finalmente posso sfogarmi in zuppe, cremine calde e profumati vapori che emanano tazze e piatti fumanti. E poi bei rossi corposi, dalle sfumature violacee o rosso mattone, che si liberano in ampi bicchieri sprigionando i loro profumi, il loro corpo e tutto il loro calore. Ma per quelli aspetto ancora qualche giorno. E per oggi vi presento un piatto che è ancora fatto con del pesce .. ma che già mi porta avanti con la stagione.
L’idea dell’olio alle nocciole l’ho scoppiazzata dal libro di Isidoro ConsoliniOlio : forme e aromi“. Da’ tante idee di utilizzo e di accostamento dell’olio extravergine di oliva. A me piace molto, e perciò intanto che ci sono, vi consiglio questo bel libro. Lui utilizza questo tipo di olio per condire dei ravioli di Castelmagno. E vi consiglio anche quelli … ma io l’ho usato in questo altro modo. Ed il risultato, per me, è stato davvero delizioso !!!

Ingredienti per 2 persone
Per le capesante: 6 capesante – olio e.v.o. – sale
Per la crema di patate : 300 gr patate – 1/2 scalogno – alloro – sale – pepe
Per l’olio alle nocciole : 25 gr. olio e.v.o. – 15 gr. nocciole tostate – succo limone – prezzemolo
Per lo scalogno : 3 scalogni – 2 cucchiaini zucchero canna – 2 cucchiai aceto balsamico – timo – sale – pepe nero – olio e.v.o.

N.B. : è importante usare per questo piatto un olio mediamente fruttato, abbastanza dolce, morbido. Un Dop Garda Orientale è perfetto !!!

Procedimento
Per l’olio : tritate nel mixer velocemente l’olio con le nocciole. Fate poi riposare il composto per mezza giornata. Al momento dell’utilizzo aggiungetevi qualche goccia di succo di limone, un pizzichino di sale, pepe macinato al momento ed un poco prezzemolo tritato.
Per lo scalogno : Affettate sottilmente lo scalogno e mettetelo in un padellino antiaderente. Unite 2 cucchiaini di zucchero, 1 cucchiaino di olio e.v.o., un pizzico di sale e 1 grano di pepe nero. Cuocete sino a quando lo zucchero inizia quasi a caramellare. Quindi sfumate con l’aceto balsamico. Fate evaporare e bagnate con un mestolino di acqua. Coprite e cuocete per una decina di minuti. Insaporite con un rametto di timo sfogliato. A cottura ultimata l’acqua dovrà essere tutta evaporata. Quindi eliminate il pepe e tenete gli scalogni da parte.
Per la crema di patate : rosolate dolcemente 1/2 scalogno tritato nell’olio con una fogliolina di alloro. Togliete dal fuoco e filtrate l’olio. Affettate con la mandolina le patate ed insaporitele in una padella con l’olio allo scalogno. Salate. Bagnate con 150 ml. di acqua (o brodo) e portate a cottura (circa 15 minuti). Quando le patate saranno cotte, passate al setaccio. Non frullatele, per non renderle collose. Regolate di sale e pepe.
Al momento di servire : oliate le capesante, insaporitele con un poco di sale e pepe e cuocetele su una piastra 1 minuto per lato. Così rimangono morbide e polpose.
Versate la crema di patate calda nei piatti (io ho usato dei piatti fondi). Disponete al centro di ogni piatto le 3 capesante, decorate ognuna con mucchietti di scalogno caramellato. Irrorate con l’olio alle nocciole e servite.

Io ho arricchito la preparazione aggiungendo in ogni piatto 4 finferli cotti come nella ricetta degli gnocchi.

Questo piatto può essere servito come secondo piatto o anche come antipasto .. dipende sempre tutto dalle dosi !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.