Ravioli di salmone … che non dovevano essere .. ma furono ..

Avete presente quando pianificate un piatto ??!
Lo definite nel minimo dettaglio, vi procurate tutto quello che occorre per prepararlo e già lo pregustate ??
Ecco, così ho fatto io con i ravioli di zucca …
Mi è capitato di comprarne una, io la adoro .. E così l’ho cotta al forno, per mangiarla come piace a me : in purezza, solo con un pizzico di sale, se occorre.
Una volta cotta, l’ho assaggiata : era deliziosa, dolce, asciuttissima … un vero “spreco” mangiarmela da sola. Mi sono detta :”Sarebbe perfetta per quei ravioli che mi girano in testa già da un pò .. Ma sì .. li preparo !!”.
Così il giorno seguente decido di farli …
Mi alzo, sono le 8 … prima di fare colazione decido di tirare fuori dal frigorifero la zucca, così quando la uso è a temperatura ambiente. Apro il frigorifero e prendo la zuppiera con dentro la zucca .. ops, il vassoietto con i cioccolatini è un pò in bilico .. aspetta che lo sistemo …
Con l’altra mano tengo la zuppiera e .. oh no .. aspetta .. crashhh ..
La zuppiera è volata per terra, ed ora è là in mille pezzi … a comporre un bellissimo mosaico con la mia zucca …
Fantastico … dopo tutto quel caldo da forno .. dopo aver detto “non la mangio e la tengo per i ravioli …”. Non so se sono più dispiaciuta o incavolata con me stessa …
Ma come si può fare equilibrismo dopo essersi appena alzati ?? Manco fossi un abile giocoliere …
Come diceva sempre mia mamma, è inutile piangere sul latte versato …
Il vero problema adesso è che cosa fare … non è che abbia un granchè in casa. E prendere un’altra zucca è fuori discussione !!
Mmmhhh … in casa ci sarebbe del salmone cotto da ieri sera .. non è molto … ma qualcosa si può fare … Ho anche della ricotta e polpa di granchio … Vediamo …
Non so come condirli, ma ci penserò dopo …

E così è uscita questa ricetta, da un piccolo disastro in cucina … sono comunque riuscita a salvare la faccia.
E per fortuna che ci sono gli avanzi ….

Ingredienti per 4 persone
Per la pasta: 2 uova – 2 tuorli – 200 gr. farina bianca – 40 gr. semola – olio e.v.o. – sale
Per il ripieno : 200 gr. salmone già pulito e lessato – 100 gr. polpa di granchio – erba cipollina – sale – pepe bianco – grana grattugiato – 200 gr. ricotta vaccina – zenzero in polvere
Per l’olio profumato : olio e.v.o. – maggiorana – timo – rosmarino – buccia limone – grani di coriandolo (tutto molto q.b.)
burro
Procedimento
Per la pasta : setacciate le farine e disponetele a fontana sulla spianatoia. Mettetevi al centro le uova, il sale e due cucchiai di olio. Impastate, fate una palla e fatela risposare per almeno 2 ore in frigorifero avvolta con pellicola trasparente.
Per il ripieno : frullate il salmone con la polpa di granchio. Aggiungeteli alla ricotta setacciata. Unite anche due cucchiai di formaggio grattugiato, un pizzico di zenzero in polvere (si deve solo avvertire il sapore), l’erba cipollina sforbiciata. Regolate di sale e pepe.
Versate dell’olio e.v.o. (circa 8/10 cucchiai) in un pentolino con tutti gli altri ingredienti. Riscladate molto lentamente e con fuoco bassissimo. Appena avvertite il primo fremore, togliete dal fuoco e versate tutto in una ciotolina. Fate raffreddare l’olio e conservate coperto con pellicola trasparente (cond entro spezie ed aromi, così si insaporisce).
Stendete la pasta, farcitela con il ripieno e ricavate i ravioli. Lessateli in acqua bollente salata. Scolateli e passateli in una padella in cui avrete fatto sciogliere un nocciolino di burro con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Insaporite con qualche cucchiaio di olio precedentemente filtrato al colino.
Mettete i ravioli nei singoli piatti e nappateli ancora con l’olio profumato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.