Appetizer di zucca con cialdina di parmigiano

Ogni volta che monto la panna o delle uova con le mie fidate fruste elettriche mi sento davvero una donna molto fortunata.
… Pensate alla fatica ed al sudore che dovevano versare gli antichi cucinieri quando dovevano preparare un piatto, senza l’ausilio della tecnologia.
Questo un pò mi spaventa : ormai abbiamo bisogno di corrente elettrica per tutto. E’ forse questa la vera dipendenza dei tempi moderni ..
La settimana scorsa mi sono domandata come conservassero il burro in estate 100 anni fa.
Per me questo sarebbe stato un problema, con la mente di oggi …
Abbiamo veramente bisogno di tutto in ogni momento della nostra vita, o siamo semplicemente convinti ed abituati a questo ..
Il problema, secondo me, non è tanto esserci abituato (che è anche normale), è piuttosto non rendersene conto, e soprattutto non poterne fare più a meno…
Divagazioni a parte, ecco uno sfizio da aperitivo, con una zucca gentilmente offerta dalla suocera (impietosita dal racconto di quella infelice .. disfatta) e comprata dal contadino di fiducia, che le ha colte belle e buone !!!
In fondo, non è un tortello, ma sempre zucca è ….

Ingredienti
Per le cialdine di Parmigiano : Parmigiano grattugiato, 1 pizzico di farina di mais fine
Per la biglia di zucca : zucca – noce moscata – cannella in polvere – sale
Per l’olio aromatizzato : 2 cucchiai di olio (abbastanza leggero) – 1 anice stellato – 1 pezzetto di bacca di vaniglia – 5 bacche di cardamomo – 1 punta di cucchiaino di grani di cumino – 2 grani di pepe nero
Per decorare : mandorle tostate

Procedimento
Il giorno precedente preparate l’olio, così si insaporisce bene : tostate a secco per pochi minuti cardamomo, cumino e pepe in un pentolino. In un’altro pentolino scaldate leggermente l’olio (non deve friggere, ma solo essere caldo così da non alterare le sue caratteristiche). Fuori dal fuoco unite le spezie tostate, l’anice stellato ed i semini della bacca di vaniglia aperta e raschiata. Fate raffreddare. Coprite con pellicola e lasciate riposare. Il giorno seguente filtrate l’olio così ottenuto. Per la cialdina : scaldate il forno a 180°. Ricoprite una teglia con la carta forno. Amalgamate il parmigiano con la farina gialla. La farina di mais serve a dare maggiore “stabilità” alle cialdine, e a renderle più croccantine. Disponete il composto a mucchietti sulla teglia. Appiattiteli con le dita o con un cucchiaio e dategli una forma circolare. Non fate dei mucchietti troppo sottili, perchè non riuscireste ad ottenere le cialdine. Ma nemmeno troppo spessi, pena la giusta croccantezza. Mettete in forno e lasciatevele sino a quando saranno dorate. Attenzione a non farle scurire troppo, perchè diventano amare (e iniziano e fumare). Toglietele dal forno e fatele raffreddare .
Tostate a secco le mandorle private della buccia. Quando sono tostate, toglietele dal fuoco e tagliatele a filetti.
Per la zucca : tagliatela a fette e pulitela da semi e filamenti. Quindi tagliatela a pezzi (ogni fetta in 2 o 3 pezzotti). Metteteli su una teglia coperta con carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti. Quindi coprite con carta stagnola e cuocete per altri 20 minuti (così si cuoce e non bruciacchia). Quando è cotta (controllate con uno stecchino), tiratela fuori dal forno e ricavate la polpa. Fate raffreddare. Schiacciatela con un cucchiaio e conditela con un pizzico di sale, noce moscata grattugiata e cannella (non eccedete con le spezie). Con le mani ricavate delle biglie. Disponetele su una teglia coperta con carta forno o stagnola e spennellatele con l’olio aromatico.
Scaldatele pochi minuti in forno caldo a 180°.
Disponete una cialdina di parmigiano su ogni piattino. Sopra disponetevi la biglia di zucca e docorate con un filetto di mandorla tostata.

0 commenti su “Appetizer di zucca con cialdina di parmigiano

  1. Spero che queste cialdine in forno riescano meglio che in tegame….con la farina di mais….mi viene voglia di provarle subito…questa sera ho ospiti ma il menù è già stilato…potrei farle da sgranocchiare così,con l'aperitivo….IDEA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.